giovedì 15 novembre 2012

rinnoviamo un cerchietto

La mia bimba adora i cerchietti e ne ha parecchi, le sue amiche pure.
Per il compleanno della sua migliore amica volevo fare qualcosa che non fosse il solito cerchietto con il fiore, volevo qualcosa di diverso, insolito, e in uno dei miei viaggi on web ho scovato la spiegazione di un intreccio che mi è subito piaciuto e allora ve lo ripropongo (purtroppo non ricordo la pagina della blogger straniera da cui ho preso la lezione, ma se lo conoscete fatemi sapere che inserisco anche il suo link).

MATERIALI:
un vecchio cerchietto o un cerchietto “vergine” (non saprei come chiamarlo)
nastro in raso o come vi piace il mio è largo circa 1 cm e lungo 4,30 cm circa (se usate un nastrino più piccolo ci vorrà un poco più lungo, ma fate delle prove così vi saprete regolare)
uno sbieco in tinta o una striscia di stoffa un pochino più lungo del cerchietto e largo circa1 cm in più
forbice
ago e filo
colla a caldo
a piacere perline e applicazioni varie

PROCEDIMENTO:
Cominciamo intrecciando il nastro.
Prendete il nastro e trovatene la metà.
Formate un occhiello.

Immagine

(A)Prendete l'occhiello nella mano destra e con la mano sinistra formate un altro occhiello con la parte di nastro a sinistra. tenete il nastro in modo che abbia rovescio contro rovescio (senza creare incroci).

Immagine

Infilate questo secondo occhiello nel primo.

Immagine

Tirate il nastro a destra per fermare il “nodo” che deve rimanere piatto e della larghezza del nastro. Mentre il secondo occhiello servirà per infilare l'occhiello successivo e così via.

Immagine

Immagine

Ora tenendo il lavoro nella mano sinistra, create un occhiello con il nastro di destra sempre in modo che abbia rovescio contro rovescio.

Immagine

Fatelo passare nell'occhiello che già avevate.

Immagine

Tirate il filo di sinistra come avete fatto prima per quello di destra il modo da fermare il nastro.

Immagine

Ricominciate da (A)

Immagine

e lavorate per la lunghezza desiderata.
Io ho preso la misura della lunghezza esatta del cerchietto in modo da ricoprirlo completamente, ma potete sbizzarrirvi e creare profili per un maglioncino o una sciarpa, oppure fare orecchini o spille, insomma libero sfogo alla fantasia.

Immagine

Immagine

Giunte alla lunghezza giusta potete fissare il tutto, con un goccio di colla a caldo o colla per tessuti se l'avete, ma io preferisco dare due punti con ago e filo in modo da avere la parte di nastro che verrà tagliata sul retro del lavoro.

Io per abbellirlo ulteriormente ho cucito delle perline e se volete cucire degli abbellimenti questo è il momento per farlo, altrimenti lo potete fare alla fine ma utilizzando la colla a caldo

Ora che abbiamo il nostro intreccio, il cerchietto e lo sbieco possiamo iniziare ad assemblare.

Immagine

Prediamo lo sbieco e lo apriamo.

Immagine

Iniziamo ad incollarlo dalla parte centrale del cerchietto centrandolo bene (se partissimo da uno dei due lati rischieremmo di non riuscire a centrarlo bene e tutto lo sbieco verrebbe storto o si girerebbe attorno al supporto)

Immagine

Immagine


Quando arriviamo nella parte finale dovremo rifilare un po' i margini dello sbieco e tagliamo la parte finale dello sbieco circa 1,5 cm in eccesso rispetto al supporto

Immagine

Fissiamo il pezzettino di sbieco in eccesso con un puntino di colla a caldo girandolo verso l'alto nella parte esterna del cerchietto (in questo modo non si vedrà più perchè sarà nascosto dal nastro intrecciato)

Immagine

Procedete allo stesso modo anche nell'altra metà.
Ecco come risulterà:

Immagine

Possiamo ora procedere a incollare l'intreccio: partiamo da un'estremità e un pezzettino alla volta e con grande calma mettiamo la colla caldo e premiamo.

Immagine

nella foto successiva ho disegnato dei pallini neri per indicare dove ho messo la colla a caldo (ecco immaginate delle linee che procedono parallele ai bordi del supporto)

Immagine

Arrivate all'estremo opposto questo è il risultato

Immagine

Per abbellirlo ulteriormente ho incollato una coccinella d'oro.

Immagine

venerdì 9 novembre 2012

da gonna a shopper - tutorial

Un'amica aveva questa vecchia gonna in pelle, ma proprio non le piaceva e mi ha chiesto di ricavarne una borsa da usare in università.

Ho fotografato alcuni passaggi ma è davvero semplice realizzarla.

Questa è la gonna dalla quale sono partita.

Ho poi sovrapposto l'una sull'altra le due cuciture laterali per recuperare maggior spazio utile per la realizzazione e per eliminare lo spacco dietro che avrebbe dato fastidio durante la fase di assemblaggio.


Ho tagliato le cuciture, l'orlo e il pezzo sopra della gonna, ottenendo un quadrato 46x46 cm circa.
Dal fondo ho ritagliato due quadrati da 5 cm (ovviamente la ex-gonna è ancora in doppio) che serviranno per creare il fondo della borsa.

 Ho cucito il fondo mettendo dritto contro dritto, poi l'ho steso e ho cucito sul rovescio una fettuccia per rinforzare la cucitura.

Ora dopo aver unito i laterali sovrappongo i lembi dei quadrati per creare il fondo


 Prendo i lati della borsa e creo una cucitura a pochi mm  dal bordo: questo serve come rifinitura e per dare la forma della shopper.


Dalla parte superiore della gonna ricavo due strisce da 6 x 60 cm per creare i manici.



Creo i manici nella maniera più classica: piego a metà nel senso della lunghezza e rigiro all'interno i margini aperti e poi rifinisco con un'impuntura.

Ora prendo i 4 quadrati che avevo ritagliato all'inizio dal fondo della gonna e li uso per coprire l'attaccatura dei manici.

Ovviamente prima di attaccare i margini ho fatto l'orlo alla parte superiore.



Et voilà!! la borsa è terminata e la foto è pessima, ma si capisce lo stesso!! ahahha!!


domenica 4 novembre 2012

papaveri tutorial

Il terzo ed ultimo tutorial dedicato ai fiori "pirkka o twistart o filo finlandese" è un fiore che a me piace molto (ma quale fiore a me non piace???): il papavero.

Gustatevelo e portate un po' di primavera anche in autunno!!

 PAPAVERI TWISTART

OCCORRENTE:
filo sottile verde
filo macro rosso
filo macro nero
filo metallico per fioristi da 0,8 mm
pallina di ovatta pressata da circa 2 cm di diametro
semi di papavero
tempera nera e pennello
colla vinilica e pennello
guttaperca
righello
pinza con becchi affusolati
forbice

Immagine

PROCEDIMENTO:

Fare un piccolo uncino al fil di ferro e sporcarlo di colla.

Immagine

Montare la pallina di ovatta pressata sopra l'uncino.

Immagine

Dipingere di nero la pallina di ovatta pressata e lasciare asciugare.

Immagine

Passare la colla sulla pallina e ricoprirla di semi di papavero. Lasciare asciugare la colla.

Immagine


Tagliamo il filo macro nero all'altezza di 4 cm circa, srotoliamolo completamente e sfrangiamolo per un'altezza di 3 cm circa.

Immagine

Immagine


Prepariamo i 4 petali: tagliare il filo macro rosso per un'altezza di 6 cm circa e srotoliamolo completamente. Pieghiamo a metà e tagliamolo come in fotografia.

Immagine

Immagine



Ecco il petalo finito.

Immagine

Ora prendiamo il fil di ferro con la pallina coperta di semi di papavero e incolliamoci alla base il filo di carta sfrangiato.

Immagine

Incolliamo i petali a croce arricciando la base e dando volume con le dita (come spiegato nella lezione delle rose). Una volta asciutta la colla li possiamo “spettinare” come quelli veri.

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


A piacere possiamo metterci una foglia ritagliandola dal filo verde.

Immagine

IL BOCCIOLO
Per ricreare il bocciolo prendiamo un filo di ferro e lo pieghiamo a uncino.
Con un avanzo di stagnola infilato nel filo di ferro modelliamo una forma a goccia e se necessario fissiamolo con un po' di colla.

Immagine

Immagine

Srotoliamo tre pezzi di filo verde sottile appena più lunghi della nostra goccia lasciando un accenno di punta.

Immagine

Immagine

Incollare il filo verde alla goccia.

Immagine

Immagine

Per fiori più piccoli utilizzare pallina da 1 cm, e dimezzare le misure per gli altri componenti. per un risultato più verosimile utilizzare i petali delle dimensioni spiegate in lezione e una pallina al centro da 1 cm oppure per renderlo ancora più vero si può ricreare il pistillo con una pasta sintetica.

Ecco il lavoro terminato:

Immagine


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget