mercoledì 27 febbraio 2013

il salvadanaio

I bimbi crescono ed è giusto che imparino a gestire e risparmiare i loro soldini in autonomia (ovviamente sotto rigido controllo per ora) e così avevamo bisogno di un salvadanaio che fosse pratico, trasparente (per tenere d'occhio entrate e uscite) e soprattutto personalizzato e così....

Materiali:

Barattoli di vetro di recupero
una piccola fresa
cacciavite a taglio abbastanza grande
martello
una moneta





 Procedemus:

Partiamo incidendo con il cacciavite la sommità del tappo: questa sarà la sagoma che seguiremo per creare la fessura per la moneta

.

Poi prendiamo il cacciavite e aiutandoci con il martello andremo a creare un foro.

 

Poniamo il cacciavite a fianco del foro appena creato proseguendo sull'incisione (è più facile a farsi che a spiegarsi!!)


 Ed ecco come si presenta a lavoro terminato il nostro tappo.


 

Togliamo il tappo dal barattolo e lo giriamo. Con l'aiuto del martello andiamo ad appiattire le sporgenze per smussare eventuali parti taglienti.
 

 Ed ecco i salvadanai terminati.



Per i più arditi con una piccola fresa si può incidere il vetro e creare delle decorazioni, io ho inciso il nome dei bambini, ovviamente ognuno lo personalizza come meglio crede.




A presto e buon riciclo!!



lunedì 25 febbraio 2013

grazie

grazie a tatiana e a tutte quelle che nel corso del tempo mi hanno assegnato vari premi che ho ritirato oppure no, li porto comunque nel cuore.
Perdonatemi se non riesco a pubblicare dei post appositi ma il mio tempo è molto limitato e quindi faccio ora un post riepilogativo per ringraziarvi della generosità e dell'accoglienza. vi abbraccio e giro questo premio a tutte quelle di voi che lo vorranno ritirare.


il ritiro del premio comporta una descrizione di me, bè ... che dire?

1- assolutamente creativa anche nel dis-ordine
2- mi piace sperimentare
3-adoro dormire e poltrire nel letto (anche se lo faccio meno di quel che mi piacerebbe)
4-amo condividere le mie passioni che sono innumerevoli e sempre in aumento
5-amo da morire la mia famiglia
6-mi piacerebbe avere un cagnolino o un micino
7-mi piacerebbe riuscire a essere più concreta e terminare tutti quegli ufo che mi girano per casa ;)


mercoledì 20 febbraio 2013

testiera del letto - fase 2 tutorial semplice

avevo lasciato la fase 1 - esattamente un anno fa ma stanca di aver interrotto quel lavoro, e stanca di vedere in giro il pacco con la spugna per l'imbottitura, finalmente mi sono decisa.

Allora iniziamo rivestendo la spugna, perdonate le foto scure.
Le mie spugne hanno dimensioni di 80x50x6.5 cm quindi per la fodera ho ritagliato due rettangoli. 
La larghezza dei rettangoli l'ho calcolata sommando il lato lungo più lo spessore più i margini di cucitura: 80 + 6.5 + 1 = 87.5 cm. Stessa cosa per l'altezza quindi: 50 + 6.5 + 1 = 57.5 cm

 Faccio l'orlo a uno dei lati lunghi di entrambe i rettangoli.





Dopodiché cucio sui tre lati. su uno dei lati lunghi che sarà l'apertura per inserire la spugna agli angoli faccio una cucitura di circa 5 cm.






Ora devo creare lo spessore della spugna: per farlo prendiamo ciascuno dei quattro angoli e con una squadra disegnamo una riga lunga quanto lo spessore che dobbiamo creare, nel mio caso 6.5 cm.


Lo fermiamo con lo spillo e lo cuciamo.
Poi ritagliamo la stoffa in eccesso.


E il lavoro è terminato.




Fisserò l'apertura con piccoli punti qua e là per far sì che rimanga ferma.

A presto con la fase 3.

mercoledì 13 febbraio 2013

quando si dice una crosta...

è da qualche tempo che su pinterest vedo dei bei quadri fatti sciogliendo i pastelli a cera.
ho voluto fare un tentativo.

Ho preso i mozziconi di pastelli a cera dei miei bimbi.
Con un po' di colla forte li ho attaccati a un vecchio supporto recuperato da una cornice a giorno rotta.
 Poi con il phon ho iniziato a sciogliere la cera, tenendo il supporto in verticale con i pastelli in alto. l'ho appeso poi al contrario perchè mi piaceva di più, mi dava l'impressione di alberi o di un vulcano o di fuochi di artificio... insomma qualunque cosa vi suggerisca questa originale crosta d'autore ;)


mercoledì 6 febbraio 2013

brioches con pasta madre

Da qualche tempo grazie a stefania ho scoperto la pasta madre e se all'inizio ero titubante e spaventata mi son davvero dovuta ricredere per la semplicità e la soddisfazione che dà questo lievito naturale meraviglioso.
Se qualcuno volesse tentare di farselo da sé a questo indirizzo trovate le spiegazioni e tante ricette per utilizzarla, oppure potete chiederne un pezzetto a chi già ce l'ha.
Detto questo vi mostro le splendide brioches che ho realizzato qualche giorno fa, mi spiace solo non potervele far assaggiare.




A grande richiesta vi aggiungo qua la ricetta, io l'ho tratta dal blog che vi ho indicato sopra e l'ho modificata perchè non uso latticini:
Ingredienti (per circa 15 corne tti):
150 g di pasta madre appena rinfrescata
100 g di burro (tenuto fuori dal frigo) o 70 g di olio di semi (io uso quello di vinacciolo)
2 uova
150 zucchero di canna
un bicchiere di latt e tiepido o latte di riso o semplicemente acqua per stemperare l'impasto
200 g di farina biologica 00
200 g di farina manitoba (io uso solo un tipo di farina)
cioccolata spalmabile/ marmellata/miele per farcire

Sciogliere la pasta madre con il latt e tiepido. Aggiungere le uova, l'olio, lo zucchero e,a seguire, unire
lentamente le due farine.
Impastare a lungo fino a o ttenere una bella palla liscia e morbida. Lasciare riposare per 6-8 ore o tu tta la nott e coperta con un panno.
Al matti no stendere la pasta con il matt erello fino a formare un cerchio di 1 cm di spessore. Tagliare la pasta a forma di triangoli e farcirli di cioccolata, marmellata o miele. Infornare in forno caldo per 20 minuti a 180°.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget