mercoledì 29 agosto 2012

candela...

Ormai lo sapete che non butto niente, ma niente niente. 
Mio marito è sull'orlo di una crisi di nervi perchè a parte l'umido (ma solo perchè non ho un orto) non esce più niente da questa casa che non sia veramente più riutilizzabile - praticamente una discarica - ed ancor più è disperato perchè i miei figli ormai mi imitano e anzi stanno superando la maestra.

Detto questo, ritorniamo a un riciclo, ma non troppo estremo: le candele.
Mi capita spesso di accendere i lumini per il profumatore di ambienti e di doverli spegnere dopo poco tempo perchè devo uscire di casa. Accendendoli a intermittenza non tutta la cera viene consumata e mi dispiace doverla buttare così raduno tutte le briciole e gli avanzi in un barattolo di vetro e quando ce n'è a sufficienza ....

Ma cominciamo dal principio:

- per lo stoppino uso dello spago da cucina
- per la forma un vasetto dello yogurt (qui ne ho usato uno da mezzo chilo, ma si può usare qualsiasi tipo di barattolo di forma e dimensione desiderata)
- dei bastoncini di quelli per fare lo spiedo
- a piacere, olio essenziale preferito


Ora poniamo il nostro barattolo con la cera a bagnomaria fino a che la cera si sarà sciolta del tutto, io ho cercato di togliere dalla cera eventuali resti di stoppini, pezzettini bruciati e impurità ma ovviamente non ci sono riuscita del tutto ma non è un problema perchè poi si depositeranno sul fondo della formina (come vedrete nelle foto successive).

Quando la cera sarà liquida intingetevi lo spago più volte avendo cura di lasciarla asciugare un pochino tra un passaggio e l'altro (solidificherà in fretta) e se lo gradite potrete aggiungere delle gocce del vostro olio essenziale preferito (io ho usato tea tree oil, ma molto buone sono anche lavanda o arancio).


Nel vasetto dello yogurt ho versato la cera liquida e poi ho posto un bastoncino nel centro e un altro a sostegno. In questo modo si formerà il buco in cui andremo ad inserire lo stoppino.
Lasciate solidificare poi sformate la candela (se avete della vaselina potrebbe essere utile spalmarla nella formina per aiutarvi a sformarla, in caso contrario,come ho fatto io, ho dovuto tagliare il barattolo per estrarre la candela).

Nella foto qui sotto potete notare il deposito di impurità sul fondo della candela.
Inserite lo stoppino che avete creato e fissatelo al fondo con tre-quattro nodi sovrapposti.

Qui potete notare il buco lasciato dal bastoncino in cui lo stoppino ovviamente balla.


Per ovviare a questa situazione, dopo aver acceso un'altra candela faccio colare della cera andando a sigillare il buco.


Ed ecco come si presenta dopo aver fissato lo stoppino.


E questa è la nostra candela home-made terminata. Potete decorarla a piacere con frutta secca, semini o spezie, oppure con perline o lasciarla semplicemente così.


Io l'ho lasciata di colore bianco, ma per farla colorata è sufficiente aggiungere un po' di briciole di pastelli a cera.

12 commenti:

  1. FANTASTICO... e pensare che io ad un certo punto le candele le butto... MAI PIU' giuro!! :-D

    RispondiElimina
  2. che pazienza, cmq complimenti! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà è molto veloce come lavoro, la cera in 5 minuti si scioglie, il tempo di travasarla è un attimo, un'oretta per raffreddarsi e due minuti per inserire lo stoppino. è un lavoro rapido e dà tanta soddisfazione.
      La pazienza serve per attendere di aver consumato tante candele e recuperare il materiale. ;)

      Elimina
  3. Che idea geniale !!!!!!!!! credo che anch'io non butterò più gli avanzi di candela

    RispondiElimina
  4. Lo faccio anch'io, anche se è da parecchio che non mi diverto con la cera. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene!! la cera dà davvero grande soddisfazione con poco!!!

      Elimina
  5. Ciao, ti seguo da un po' zitta zitta, ma qui non potevo non intervenire: adoro far candele!!!! Ne farei a valanghe...però lo stoppino non mi viene mai bene, brucia troppo velocemente oppure si spegne subito.... mi sa che sbaglio qualcosa!
    Un caro saluto e complimenti perchè hai delle manine d'oro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mi fa piacere quando ricevo questi commenti.
      Anche a me bruciava velocemente, ma ho provato a farlo immergendolo più volte nella cera liquida e dura di più.

      Elimina
    2. Grazie del parere...ciò significa che devo trovare il giusto livello di cera...perchè se prima si bruciavano subito poi si spegnevano...uffa, pareva più semplice!

      Elimina
    3. non è difficile, basta sperimentare un po', pensa che questa candela è andata benissimo, mentre le ultime che ho fatto per fretta ho cerato meno gli stoppini e si spengono subito, sgrunt!!

      Elimina
    4. Ahahah...mi consoli...non sono l'unica allora!!!!

      Elimina

Grazie per essere passata di qua!
“Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela ciascuno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee."
George Bernard Shaw

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget