venerdì 31 agosto 2012

orecchini in blu

Nel giorno della luna blu, ecco un paio di orecchini in blu.
Ma indovinate un po' che cosa ho usato???
Ebbene sì.... sono lenti di un paio di occhialetti per bambini trovati nell'uovo di pasqua e rotti dai miei bimbi dopo pochi minuti. Potevo io buttarli??? no di certo.

E guardate con un tocco di foglia d'argento che meraviglia son diventati.







ok, come al solito le foto non sono granchè, ma io son proprio soddisfatta di questa crezione così semplice eppure così particolare.

mercoledì 29 agosto 2012

candela...

Ormai lo sapete che non butto niente, ma niente niente. 
Mio marito è sull'orlo di una crisi di nervi perchè a parte l'umido (ma solo perchè non ho un orto) non esce più niente da questa casa che non sia veramente più riutilizzabile - praticamente una discarica - ed ancor più è disperato perchè i miei figli ormai mi imitano e anzi stanno superando la maestra.

Detto questo, ritorniamo a un riciclo, ma non troppo estremo: le candele.
Mi capita spesso di accendere i lumini per il profumatore di ambienti e di doverli spegnere dopo poco tempo perchè devo uscire di casa. Accendendoli a intermittenza non tutta la cera viene consumata e mi dispiace doverla buttare così raduno tutte le briciole e gli avanzi in un barattolo di vetro e quando ce n'è a sufficienza ....

Ma cominciamo dal principio:

- per lo stoppino uso dello spago da cucina
- per la forma un vasetto dello yogurt (qui ne ho usato uno da mezzo chilo, ma si può usare qualsiasi tipo di barattolo di forma e dimensione desiderata)
- dei bastoncini di quelli per fare lo spiedo
- a piacere, olio essenziale preferito


Ora poniamo il nostro barattolo con la cera a bagnomaria fino a che la cera si sarà sciolta del tutto, io ho cercato di togliere dalla cera eventuali resti di stoppini, pezzettini bruciati e impurità ma ovviamente non ci sono riuscita del tutto ma non è un problema perchè poi si depositeranno sul fondo della formina (come vedrete nelle foto successive).

Quando la cera sarà liquida intingetevi lo spago più volte avendo cura di lasciarla asciugare un pochino tra un passaggio e l'altro (solidificherà in fretta) e se lo gradite potrete aggiungere delle gocce del vostro olio essenziale preferito (io ho usato tea tree oil, ma molto buone sono anche lavanda o arancio).


Nel vasetto dello yogurt ho versato la cera liquida e poi ho posto un bastoncino nel centro e un altro a sostegno. In questo modo si formerà il buco in cui andremo ad inserire lo stoppino.
Lasciate solidificare poi sformate la candela (se avete della vaselina potrebbe essere utile spalmarla nella formina per aiutarvi a sformarla, in caso contrario,come ho fatto io, ho dovuto tagliare il barattolo per estrarre la candela).

Nella foto qui sotto potete notare il deposito di impurità sul fondo della candela.
Inserite lo stoppino che avete creato e fissatelo al fondo con tre-quattro nodi sovrapposti.

Qui potete notare il buco lasciato dal bastoncino in cui lo stoppino ovviamente balla.


Per ovviare a questa situazione, dopo aver acceso un'altra candela faccio colare della cera andando a sigillare il buco.


Ed ecco come si presenta dopo aver fissato lo stoppino.


E questa è la nostra candela home-made terminata. Potete decorarla a piacere con frutta secca, semini o spezie, oppure con perline o lasciarla semplicemente così.


Io l'ho lasciata di colore bianco, ma per farla colorata è sufficiente aggiungere un po' di briciole di pastelli a cera.

lunedì 27 agosto 2012

personalizzare un paralume

e' da tempo che avevo per casa degli imparaticci di piastrelle all'uncinetto, che farne??? mah!! Buttarli mi dispiaceva, in fondo erano belli e colorati.
Poi un giorno guardando questa lampada con un paralume sì colorato ma un po' spoglio.... sì ve lo confesso mi sono sentita un po' a "paint your life"!!!
Ma eccovi il prima e il dopo la cura (è bastato un goccio di colla a caldo qua e là)



Non vi dirò che avendo anche una figlia di 6 anni molto creativa, usa i buchi per appenderci gli orecchini, quindi potrebbe anche avere una doppia funzione.

mercoledì 22 agosto 2012

tappeti riciclosi

vi ricordate la lezione su come ricavare la fettuccia qui??
Bene!!
Dopo più di un anno a tener da parte magliette e uncinettarle una dietro l'altra ecco il risultato

L'ho lavorato a spirale utilizzando tutta la fettuccia che avevo a disposizione per non avere avanzi, quindi è molto rustico, ma so per certo che sono tappeti veramente pratici ed efficenti perchè ne avevo fatto un altro lo scorso anno, accolo qui


La cosa positiva oltre al risparmio e al riciclo è che questi tappeti non scivolano, assorbono tantissimo e si lavano in lavatrice tranquillamente.

venerdì 17 agosto 2012

facciamo quattro .. chiacchierine??

sul forum di let's sew è esplosa da qualche tempo la passione per il chiacchierino con l'ago.
Io l'ho trovato molto più semplice di quello classico con le navette (nel quale mi ero cimentata qualche anno fa, ma che poi ho scordato quasi subito perchè non mi ci trovavo granchè).

Ora vi mostro qualche lavoro, insieme ad altri a uncinetto che ho messo a indurire





Per alcuni non ho ancora deciso una destinazione altri sono orecchini un braccialetto e un anello .

A presto!!!

giovedì 16 agosto 2012

brugole ikea, fascette da elettricista e fondi di bottiglie...

Sto riordinando il ripostiglio, quindi niente commenti sul disordine che ormai regna sovrano in ogni angolo della casa, è una guerra che probabilmente non vincerò mai, quindi imparerò a sopravviverci...
Comunque ho un sacco di brugole ikea e ormai non so più che farmene ma buttarle mi spiace.... e così riordinando ho avuto la necessità di creare degli appendini per dei piccoli oggetti... l'idea è banale e anche molto rustica, ma forse a qualcuno può tornare utile e la può perfezionare... io la condivido con voi...



e qui in funzione con dei feltrini appesi, perchè quando mi servono non li trovo mai!!!

Già che parliamo di riciclo ecco un interessante portaminuterie che ho creato inchiodando e incollando i fondi di bottiglie al resto di una mensola di uno scaffale (sempre ikea): contiene: le riduzioni delle prese di corrente, chiodini, cacciaviti, le famose brugole di cui sopra e tante piccole cose che così è facile avere a portata di mano.
Non è di design ma è sicuramente funzionale e soprattutto ... a costo zero.
Alla prossima idea!!!

lunedì 13 agosto 2012

divanetti portaveline

Lo so... arrivo sempre quando le mode sono passate, ma che ci volete fare, mi piace essere diversa...
e così vi propongo questi miei divanetti portaveline, semplici semplici a dire la verità (cosa che non avrei mai creduto!!) grazie al bellissimo tutorial di daniela.
Ma bando alle ciance ecco il risultato delle mie fatiche:



ne ho in mente ancora alcuni, mi sono divertita molto!!!
Questi sono tessuti da divano, e ho ancora un po' di campionari che attendono il loro momento di gloria, troppo piccoli per fare altro, questa sarà una bella destinazione.
a presto!!!

domenica 12 agosto 2012

tutorial stella con taschina

Tutorial veloce veloce per un oggettino semplice da utilizzare per fare un piccolo regalo, o da appendere all'albero o per farne un calendario dell'avvento.

Cominciamo scegliendo una stoffina che vi piace, se è in cotone è meglio, è più facile da cucire.

Poi disegnamo una stella su un cartoncino della dimensione di cui abbiamo bisogno e ritagliamola in doppio sulla stoffa. tagliamo poi una terza stella alla quale manca la punta superiore (sarà quella che formerà la taschina.


Facciamo un orlino al margine superiore della stella senza punta.
Prendiamo una delle stelle intere, ci posizioniamo sopra la stella senza punta dritto su dritto e fissiamo il nastrino per appenderla con l'anello verso l'interno.
Posizioniamo la seconda stella intera con il dietro verso di noi e fermiamo il tutto con un'imbastitura o con gli spilli.
.
Cuciamo tutto il contorno e lasciamo un'apertura di pochi centimetri per rivoltare il lavoro e imbottire.
 Prima di rivoltare il lavoro tagliamo le punte alle punte delle stelle (attenzione a non tagliare la cucitura)
e facciamo un taglietto nell'angolo in cui si incontrano i lati della stella (in questo modo avremo degli angoli perfetti una volta girato il lavoro)

Iniziamo a imbottire partendo dalla punta più lontana e imbottendo prima tutte le punte e poi il centro prestando attenzione a che il lavoro venga omogeneo.
Una volta riempito il tutto cuciamo il margine ancora aperto con dei punti nascosti.
Ed ecco il lavoro completato e pronto per contenere il nostro piccolo dono.

Spero vi sia piaciuta l'idea. a presto!!!

venerdì 10 agosto 2012

swap stelle su let's sew e auguri al mio blog

Come sapete let's sew è il forum di cucito che seguo con passione da qualche tempo (tra l'altro se siete appassionate di cucito o volete imparare ve lo consiglio, è davvero una famiglia dove lo scambio di saperi è genuino!!).
Hanno organizzato uno swap per festeggiare la notte di san lorenzo e ovviamente il tema erano le stelle.
questo è quello che mi ha inviato la mia abbinata ed è stato molto gradito (soprattutto le caramelle, che ho dovuto nascondere alla vista dei miei bimbi, altrimenti sarebbero sparite prima di subito!!!)


e queste son le stelline che le ho inviato io, non ho fatto la foto del pacchettino, ma ho anche inserito tante piccole stelline di carta e anche il bigliettino era a forma di stella.

stellina con taschina portaoggetti

stellina ricavata da un fondo di bottiglia e stellina origami tridimensionale qui il link al tutorial
a breve il tutorial per fare la stella con la taschina.

Ma con questo post voglio anche festeggiare il compleanno del mio blog che nasceva proprio in questi giorni un anno fa. Per motivi di tempo non sono riuscita a organizzare niente, ma non si sa mai che prima o poi crei qualcosa da regale a una delle mie follower!! 

lunedì 6 agosto 2012

borsa Giovanna 2

Ma ecco che dopo il regalo uno che potete ammirare qui sapevo che aveva bisogno di una borsetta piccola per andare a fare le sue belle passeggiate con le amiche. qualcosa in cui mettere chiavi e cellulare e così mi sono inventata questa piccolina, anche qua ho creato tutto da me, il tessuto è in jeans con fodera in seta (anche questo un recupero di tappezzeria) sbieco e pizzo.

ha due taschine chiuse con una cerniera e uno scomparto per il cellulare.



ovviamente il lavoro è stato gradito e sono proprio felice!!!

borsa Giovanna 1

Questo è il periodo del cucito, avrei bisogno di fare un po' di pratica con il fimo, ma niente: cucito, cucito, cucito.

tra pochi giorni sarà il compleanno di mia mamma e "visto che mi farai il regalo avrei bisogno di una borsa bella capiente e con tante tasche".
Potevo io deludere una richiesta tanto piena di fiducia nelle mie doti creative???
E quindi ecco qua il risultato (come sempre perdonate le foto, ma temo che la mia macchina mi stia abbandonando, ha problemi di messa a fuoco, sigh!!), e vi dico che ho creato da me anche il cartamodello e quindi sono doppiamente soddisfatta.




notate il particolare dello spallaccio, in obliquo nei tre colori.

il dietro
particolare dello spallaccio dove può essere allungato o accorciato
interno con tasca
interno con scomparti


particolare dell'interno delle tasche anteriori
Ovviamente il tessuto in alcantara è un recupero -ho un'amica che mi passa dei ritagli di tappezzeria, anzi avrei bisogno di rifornire la scorte- quindi per l'abbinamento dei colori e l'assemblaggio ho dovuto fare di necessità virtù.
Ma le sorprese non sono finite, nel prossimo post qui un'altra borsa che fa parte del regalo.

venerdì 3 agosto 2012

lanterna swap tra ale e fra con tutorial


questo swap veramente molto carino è un'idea di due blogger alex e fra
L'oggetto da creare doveva essere una lanterna per le serate estive all'aperto utilizzando materiali di riciclo.
Io ho utilizzato la carta di un catalogo di un supermercato e un vasetto di omogeneizzato e doveva rendere l'idea di un cestino, ma visto al buio volevo che sembrassero due mani che porgevano la luce. non so se ci sono riuscita... basta il pensiero no?!


ecco un spiegazione rapida di come l'ho creato



 
 ho tagliato delle strisce della lunghezza della pagina e altezza 5 cm .
 poi le ho piegate a metà, e ogni metà di nuovo a metà e rigirate verso l'interno (la foto è più chiara probabilmente)
 le ho piegate poi a metà nel senso della lunghezzza  per segnare il centro
 ho disposto a croce le prime 4 strisce che formano il centro orientandomi con la piega che segna il centro per tenerle centrate in maniera precisa e le ho fissate con della colla

ho aggiunto poi altre 4 strisce sempre intrecciandole e ho formato così la base 
 ho ripiegato verso l'alto le strisce per iniziare a formare il cestino e ho iniziato a intrecciare


 finito il primo giro ripiego verso il basso le strisce per creare una base a misura del mio vasetto
 intreccio in orizzontale per allargare il mio cestino, piegando a 45° agli angoli, ho fissato ogni striscia con della colla.

 ecco il secondo giro terminato.

 risollevo in verticale le strisce e salgo con i bordi del cestino, sempre intrecciando le mie strisce, nell'angolo piego la striscia a misura.



 proseguo così intrecciando per tre volte.
 ora inizio a piegare a 45° la prima e la quarta striscia di ogni lato per creare i manici e intreccio l'avanzo in quelle centrali


 aggiungo alle strisce centrali due strisce che mi permetteranno di creare i manici. purtroppo non ho foto di come creare i manici (sono mortificata ma avevo le mani troppo incollate per fotografare!!!)
ma li ho lavorati ripiegando le due strisce su loro stesse lavorandole in obliquo e ricongiungendomi alle strisce del lato a fianco. spero possa esservi più chiaro guardando le foto del lavoro finito.

 ho applicato delle roselline sempre con le strisce di carta avanzate e passato una mano di vernice di finitura


per contenere il lume, visto che il cestino è di carta, è stato necessario inserire un vasetto di vetro.
Ma poteva essere un vasetto banale??? ho cercato di lasciarlo comunque semplice ma ho inciso sul vetro un decoro e poi passato a cera, dalla foto non si vede ma ha dei riflessi perla-viola. il tappo l'ho scartavetrato per bene e passato anche quello con la cera.
Alla mia abbinata  -la bravissima grazia!!-  piaciuto e io sono felice perchè c'ho messo il cuore.

E questa è la meraviglia che Grazia ha creato per me:

 un bellissimo fiore in rame con una candelina profumatissima e un piccolo cuoricino attaccato al fiocchetto (si vede poco, ma perdonerete la mia imbranataggine nel fotografare nonostante il corso pubblicato da Doria -vedi banner a fianco-!!!)
Adoro il rame e mi affascina la lavorazione dei metalli, sicuramente il Fato questo incontro lo ha organizzato per bene!!! ^_*
concludo con un Grazie a Grazia per questo bellissimo oggetto che custodirò con grande cura.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.