lunedì 24 dicembre 2012

torta decorata per Giulia

e dopo l'esperimento mal riuscito in azzurro qui ecco un nuovo tentativo.
La pasta di zucchero è sempre abbastanza delundente (sono abituata al fimo, difficile ottenere i medesimi risultati, e poi non voglio usare ingredienti come il glucosio o altro, è già sufficiente il tossico zucchero, ahimè), mentre il tentativo con il cioccolato plastico è assolutamente da ripetere, morbido, non si appiccica e ha una discreta elasticità.
La ricetta per il cioccolato plastico l'ho presa da qui mentre qui alcuni consigli su come modellare le rose (il mio cioccolato non è così plastico, ma miro a ottenere delle rose così!!)
ma passiamo ai fatti:

-pasta di zucchero rosa, tinta con succo di lampone
-ghiccia reale
-cioccolato plastico
-la torta è un pan di spagna stortignaccolo alla vaniglia farcito con crema pasticcera








venerdì 7 dicembre 2012

altri divanetti portaveline

Anche a poche ore dai mercatini sono ancora alla produzione di qualche delizioso oggettino. Il tempo è tiranno, le cose che mi piacerebbe fare e portare tantissime e quindi ho dovuto ahimè selezionare le idee.
Ecco gli ultimi nati freschi di colla a caldo e macchina da cucire.




giovedì 6 dicembre 2012

barattoli con coperchio rivestito in pasta sintetica

Questi lavori mi hanno davvero preso la mano e più ne faccio più nascono idee, alcune le ho riprese direttamente dal web, la mia manualità è buona ma sono ancora in fase di apprendimento quindi mi misuro con lavori anche di altre creative.

qui e qui dei bellissimi blog dove potete prenotare anche le creazioni di queste brave artiste!!

detto questo....

Barattoli per la cucina o per contenere piccoli oggetti



 piccoli barattoli di sale aromatizzato alle erbe, con elegante decorazione fatta da me (adoro le rose!!!)

Simpatici portamemo che saranno il regalo di natale per parenti e amici

 ma il mio preferito è proprio lui!!
un dolcissimo mangiabanane, lo terrò per il mio bimbo che mangia banane per imparare ad arrampicarsi sugli alberi, ahahahha!!

mercoledì 5 dicembre 2012

lisciva di cenere

il riciclo impera in casa mia e grazie a stefania che in occasione di uno scambio mi ha fatto conoscere questo meraviglioso prodotto, ho provato a rifarlo.

Lisciva di cenere qua la ricetta di stefania che ho seguito alla lettera e qua un altro interessantissimo blog - la regina del sapone già il nome la dice lunga, dove troverete oltre alla ricetta altri utili consigli.

Per prima cosa ho setacciato una parte di cenere di legna in una pentola capiente (ho usato come misura un secchiello da chilo dello yogurt)


 ho aggiunto 5 parti di acqua (5 secchielli) e ho messo a bollire, raggiunto il bollore ho abbassato la fiamma e ho lasciato sobbollire mescolando di tanto in tanto per un paio d'ore.
 con l'aiuto di un colino e di una tela di cotone ho filtrato più volte la lisciva (io l'ho fatto per 7-8 volte, fino a che sul fondo del contenitore non rimangono residui di cenere)
 e poi l'ho imbottigliata con OBBLIGATORIA etichetta onde evitare incidenti che poi portano al pronto soccorso con magari una bella ustione della trachea, nonchè avvelenamento.
Infatti è si un prodotto ecologico, ma non innocuo, è un detergente a tutti gli effetti, molto concentrato (la pelle delle mie mani, ingenuamente, è stata a contatto per un poco con questo liquido e si sono molto seccate e rovinate, quindi attenzione).
Si può utilizzare per la detersione di tutte le superfici dure e non porose (quindi no parquet e marmo, anche perchè toglie il lucido) così com'è ma in quantità minima e poi sciacquato con un panno umido, mentre per grandi superfici basterà diluirne 50 ml in un secchio.
ovviamente si può usare anche in lavatrice ecc, e per i consigli vi rimando ai blog sopracitati.
Volendo si possono aggiungere alla nostra lisciva alcune gocce di olii essenziali per avere un gradevole profumo, anche se a me piace anche così al naturale.

La mia è uscita molto scura, ma il colore potrebbe dipendere dal tipo di legna, secondo la mia nonna è solo molto concentrata, quindi andrebbe diluita quando è così scura, vedremo dai prossimi esperimenti come va, tanto con questo freddo il camino è sempre acceso e di cenere ne ho da vendere!! ;)

lunedì 3 dicembre 2012

mercatini di natale 8-9 dicembre 2012

Eccomi qua per la prima volta mi tuffo, con la mia amica Flavia, nell'esperienza dei mercatini di Natale.
Dove e quando
sabato 8 dicembre a Roncadelle (Bs) dalle 10 alle 21
domenica 9 dicembre a Flero (Bs) per l'intera giornata

ed eccovi un'anteprima dei miei lavori:

questi sono lavori realizzati in ferro da mio suocero
 Orecchini in fimo
 collane con ciondoli simil-thun e con immagini varie
 capienti vasi in vetro con coperchio decorato in pasta sintetica



 piccoli notes da borsetta con copertina in feltro
 originali e riciclose confezioni regalo
 Decorazioni per l'albero di Natale
Purtroppo non ho foto da mostrarvi dei lavori di Flavia, ma vi dico solo che decora delle bellissime magliette per bambini e non solo, e ci saranno i suoi splendidi gioielli realizzati con pietre dure e perle e tanto tanto altro.
passate a trovarci anche solo per un saluto. Grazie!!

giovedì 15 novembre 2012

rinnoviamo un cerchietto

La mia bimba adora i cerchietti e ne ha parecchi, le sue amiche pure.
Per il compleanno della sua migliore amica volevo fare qualcosa che non fosse il solito cerchietto con il fiore, volevo qualcosa di diverso, insolito, e in uno dei miei viaggi on web ho scovato la spiegazione di un intreccio che mi è subito piaciuto e allora ve lo ripropongo (purtroppo non ricordo la pagina della blogger straniera da cui ho preso la lezione, ma se lo conoscete fatemi sapere che inserisco anche il suo link).

MATERIALI:
un vecchio cerchietto o un cerchietto “vergine” (non saprei come chiamarlo)
nastro in raso o come vi piace il mio è largo circa 1 cm e lungo 4,30 cm circa (se usate un nastrino più piccolo ci vorrà un poco più lungo, ma fate delle prove così vi saprete regolare)
uno sbieco in tinta o una striscia di stoffa un pochino più lungo del cerchietto e largo circa1 cm in più
forbice
ago e filo
colla a caldo
a piacere perline e applicazioni varie

PROCEDIMENTO:
Cominciamo intrecciando il nastro.
Prendete il nastro e trovatene la metà.
Formate un occhiello.

Immagine

(A)Prendete l'occhiello nella mano destra e con la mano sinistra formate un altro occhiello con la parte di nastro a sinistra. tenete il nastro in modo che abbia rovescio contro rovescio (senza creare incroci).

Immagine

Infilate questo secondo occhiello nel primo.

Immagine

Tirate il nastro a destra per fermare il “nodo” che deve rimanere piatto e della larghezza del nastro. Mentre il secondo occhiello servirà per infilare l'occhiello successivo e così via.

Immagine

Immagine

Ora tenendo il lavoro nella mano sinistra, create un occhiello con il nastro di destra sempre in modo che abbia rovescio contro rovescio.

Immagine

Fatelo passare nell'occhiello che già avevate.

Immagine

Tirate il filo di sinistra come avete fatto prima per quello di destra il modo da fermare il nastro.

Immagine

Ricominciate da (A)

Immagine

e lavorate per la lunghezza desiderata.
Io ho preso la misura della lunghezza esatta del cerchietto in modo da ricoprirlo completamente, ma potete sbizzarrirvi e creare profili per un maglioncino o una sciarpa, oppure fare orecchini o spille, insomma libero sfogo alla fantasia.

Immagine

Immagine

Giunte alla lunghezza giusta potete fissare il tutto, con un goccio di colla a caldo o colla per tessuti se l'avete, ma io preferisco dare due punti con ago e filo in modo da avere la parte di nastro che verrà tagliata sul retro del lavoro.

Io per abbellirlo ulteriormente ho cucito delle perline e se volete cucire degli abbellimenti questo è il momento per farlo, altrimenti lo potete fare alla fine ma utilizzando la colla a caldo

Ora che abbiamo il nostro intreccio, il cerchietto e lo sbieco possiamo iniziare ad assemblare.

Immagine

Prediamo lo sbieco e lo apriamo.

Immagine

Iniziamo ad incollarlo dalla parte centrale del cerchietto centrandolo bene (se partissimo da uno dei due lati rischieremmo di non riuscire a centrarlo bene e tutto lo sbieco verrebbe storto o si girerebbe attorno al supporto)

Immagine

Immagine


Quando arriviamo nella parte finale dovremo rifilare un po' i margini dello sbieco e tagliamo la parte finale dello sbieco circa 1,5 cm in eccesso rispetto al supporto

Immagine

Fissiamo il pezzettino di sbieco in eccesso con un puntino di colla a caldo girandolo verso l'alto nella parte esterna del cerchietto (in questo modo non si vedrà più perchè sarà nascosto dal nastro intrecciato)

Immagine

Procedete allo stesso modo anche nell'altra metà.
Ecco come risulterà:

Immagine

Possiamo ora procedere a incollare l'intreccio: partiamo da un'estremità e un pezzettino alla volta e con grande calma mettiamo la colla caldo e premiamo.

Immagine

nella foto successiva ho disegnato dei pallini neri per indicare dove ho messo la colla a caldo (ecco immaginate delle linee che procedono parallele ai bordi del supporto)

Immagine

Arrivate all'estremo opposto questo è il risultato

Immagine

Per abbellirlo ulteriormente ho incollato una coccinella d'oro.

Immagine
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.