giovedì 28 novembre 2013

mensolina quadrata

La lavorazione del legno è per me una grande attrazione. Prometto che appena riesco un piccolo corso lo faccio così imparo termini e tecniche e saprò spiegarmi meglio che il pizzipazzese non è a portata di tutti... scherzo dai.

Allora oggi vi propongo una semplice mensolina quadrata. In realtà io la userò come gamba per il tiragraffi del gatto (che prima o poi terminerò in maniera definitiva perchè è un perenne work in progress), ma sapete bene che io sono unconventional e quindi...

Dunque alla cifra di 3 € ho acquistato un ritaglio di legno compensato multistrato di 2 cm di spessore.
ho utilizzato 12 viti per il legno lunghe 4 cm e della colla per legno, il seghetto alternativo, ma se ne siete sprovvisti potete usare un comune seghetto a mano.



Allora ho diviso a metà la mia tavola e poi ancora a metà ciascuna metà (scusate il gioco di parole, ma così è )...

... ricavando quattro assi della medesima dimensione.

Poi molto semplicemente le ho unite con colla e viti.


Io la utilizzerò grezza ma per un lavoro ben fatto potete stuccare le giunzioni e le viti e poi dipingerla con dello smalto all'acqua e sarà pronta all'uso.
Se la volete appendere vendono dei ganci in ferro da avvitare sul retro.

sabato 23 novembre 2013

cuscino a forma di rosa

questa idea non è mia.
Già da qualche tempo l'avevo vista sul forum di cucito, su pinterest insomma non è nuova... ma vuoi che ho una passione sia per i cuscini che per le rose, non ho potuto resistere alla tentazione di provare a rifarlo ovviamente in stile pizzipazzi.

Allora ho iniziato ritagliando in varie misure su stoffa doppia i petali, i più piccoli hanno un diametro di 10 cm gli altri da 13 cm, il semicerchio costituirà la parte centrale del bocciolo.


 ho unito la stoffa cucendo la parte circolare del petalo. la base servirà aperta per inserire l'imbottitura.


 Poi chiudo il fondo con una cucitura semplice a vista, tanto rimarrà nascosta dopo la fase di assemblaggio.

Ripetiamo questi passaggi per tutti i petali, imbottiamo e chiudiamo la cucitura alla base.

 

Ora procediamo prendendo il semicerchio e lo arrotoliamo su se stesso fissandolo con dei punti nascosti sotto alla base.


Uno alla volta iniziamo a fissarci attorno tutti gli altri petali.




Ed ecco il risultato finale.


Non ho fatto una foto ma sul retro del lavoro ho rifinito con un cerchio della stessa stoffa per coprire le cuciture.

...Non può mancare il mio fido compagno di lavoro, nonchè responsabile qualità (assaggia stoffe e fili!!!) il mio micio Fumino, che in barba al disordine viene a dormire sul mio tavolo da lavoro.


E questo invece è un altro cuscino fatto anzichè in pile, in alcantara panna, ovviamente tessuto riciclato: sono scarti di tappezzeria.

mercoledì 20 novembre 2013

girella pane e marmellata

Ricetta facile e veloce da fare con gli avanzi di pasta madre.

(per chi ne volesse sapere di più sulla meravigliosa pasta madre vi invito a visitare il gruppo facebook della pasta madre e il sito della comunità cibo pasta madre dove potete trovare tutte le spiegazioni e le ricette)

Dopo avere rinfrescato la pasta madre avevo un bel po' di esuberi, ma poca voglia di seguire ricette e orari e così...






Ho spianato il mio bel panetto con il mattarello a uno spessore di circa mezzo centimetro




Ho spalmato marmellata di ciliege e gocce di cioccolato in abbondanza.


Arrotolato bello stretto e chiuso a ciambella, l'ho lasciato a riposare per un paio d'ore.

Dopo aver riscaldato il forno a 200°, l'ho lasciato a cuocere per 15 minuti e gnammmmmmm... buono sia ancora caldo (appena uscito dal forno) che il mattino per la colazione (se riesce a sopravvivere a bocche fameliche!!).
Le foto di presentazione sono fatte alla buona... con una mano reggevo la fetta di ciambella, con l'altra la macchina fotografica... e poi spartana senza bei piatti ecc... ma per la fretta di assaggiare mi stavo scordando la foto. ahahahah!!!







sabato 16 novembre 2013

borsa in jeans

creare è meraviglioso, e se crei per qualcuno che conosci è anche più bello.
Come spesso accade l'idea arriva perchè mia figlia ha un invito a qualche festa di compleanno.
La fortunata amica è mia omonima, Chiara, e lo scorso anno avevo creato per lei, grazie a un'idea di Giulia questo astuccio.
Cosa ho pensato?
ecco qua una borsa in jeans con stampa a quadri, fodera in cotone a fantasia farfalle.



particolare dell'interno della borsa, molto semplice.

particolare del davanti con nome scritto con colori per stoffa a rilievo, grande bottone in legno verde come chiusura con cordini con le iniziali del nome.

Piaciuta tanto alla bimba e mi sono divertita a pensarla e crearla per lei!!

lunedì 11 novembre 2013

prepariamoci al natale

Con del materiale di recupero possiamo fare un bel fuori-porta natalizio.


Ho utilizzato:
- nastri di recupero da avvolgere attorno a una base in polistirolo (o in mancanza di quella potete crearla arrotolando dei fogli di giornale)
- pupazzetti e fiori recuperati da vecchie bomboniere o confezioni natalizie.
- la scritta l'ho realizzata con la colla a caldo glitter, ma potete utilizzare un indelebile o non farla affatto 

Buon Natale!

lunedì 4 novembre 2013

big biscornu

Trasformare, riutilizzare, reinventare...
da qualche tempo sto tenendo abiti inutilizzati, vecchi calzini spaiati, stracci di qualunque sorta da utilizzare come imbottitura. dopo averne fatto dei cuscini qui volevo provare qualcosa di diverso. In effetti i cuscini imbottiti in questo modo risultano un po' scomodi e così....
... così mi è venuto in mette il cuscino biscornu, che qualche tempo fa spopolava tra le creative (dite la verità che anche voi avete provato a farne almeno uno!!) ma in formato big.

L'idea è quella di farne un poggiapiedi per quando si è seduti sul divano, in realtà...




... è diventato proprietà del pelosino di casa.


Come l'ho fatto:
- ho preparato due quadrati di uguali dimensioni con dei ritagli di campionari di tappezzeria e li ho cuciti seguendo queste istruzioni .
- nel primo angolo ho cucito una cerniera per permettere di svuotarlo e lavarlo.

molto semplice e veloce da realizzare, oltre al peloso è diventato anche la seduta del confessionale dei miei figli, quando sono presa a cucire o stirare.

lunedì 28 ottobre 2013

la mia bancarella

Ho fatto già parecchi mercatini ma credo di non avermi mai mostrato la bancarella che io e la mia compagna di avventura allestiamo sempre con piacere.





Qui eravamo a una fiera di paese a Roccafranca, agli inizi di settembre.




lunedì 21 ottobre 2013

un astuccio per Damiano

E quest'anno il piccolo di casa ha iniziato la prima elementare: che emozione!!
Non poteva naturalmente esserci occasione per me più ghiotta per riprendere in mano stoffe e fili.
qui il progetto dal quale sono partita, l'astuccio di Giulia, ma ho apportato qualche modifica: ho messo meglio la cerniera, e ho fatto una grande tasca per colla, forbici, gomma e temperino, anzichè i soliti elastici che non si sa mai di che misura farli.




...e dopo tutta 'sta premessa, ecco a voi le foto del manufatto...

in questa foto le tre parti prima di essere assemblate: uno scomparto matite, uno per i pennarelli, uno per le biro e la tasca di cui vi parlavo prima, chiusa con del velcro per renderla pratica da aprire e chiudere e per fare in modo che il contenuto rimanga al suo posto.


Le decorazioni all'esterno, per renderlo più grazioso, fatti con i colori per stoffa 3D.



E l'interno: mi sarebbe piaciuto mostrarvelo con tutto il materiale, ma Damiano lo ha rapito, accontentatevi di queste foto.




lunedì 14 ottobre 2013

una pressa per essicare i fiori - tutorial

I miei bimbi adorano raccogliere i fiori, ma purtroppo in vaso durano poco, e così quest'estate è nata l'idea di costruirci una pressa e ora vi mostro come l'abbiamo realizzata in maniera molto semplice:


abbiamo ritagliato del legno multistrato da 1 cm di spessore, del cartone spesso e un cartoncino (recuperati da scatole di uso quotidiano) nella misura di 16 x 20 cm. 
Li abbiamo poi forati tutti insieme con un trapano.


Dopo di che ho preparato i miei bulloni con il loro dado a farfalla.


 Ho infilato i quattro bulloni nei rispettivi fori del compensato multistrato, poi il cartone pesante, poi un foglio di cartoncino leggero, un paio di foglio di carta da cucina, i fiori, di nuovo carta da cucina, cartoncino leggero e carta assorbente e un nuovo strato di fiori, e così via chiudendo poi con cartoncino leggero, cartone pesante, compensato e serrando ben bene le farfalle.




Questo è la nostra pressa sandwich vista di lato.

Dopo una settimana di attesa il risultato è questo e i bimbi sono rimasti soddisfattissimi, ora non rimane che utilizzarli per un bel lavoretto... ma questa è un'altra storia.




Ovviamente nel periodo autunnale è bellissimo raccogliere le foglie e pressarle in questo modo e poi utilizzarle per fare dei collage o delle composizioni.

lunedì 7 ottobre 2013

fiori sulla tela...

Adoro i fiori e ormai lo sapete.
di stoffa, di carta, di pasta sintetica e pasta di zucchero, dipinti sulle scatole,  ma .... ma mi mancava di dipingere un quadro!!!

... già da qualche anno mi frullava l'idea e avevo abbozzato qualcosa su una tela, ma lo scorso ottobre in fiera a bergamo ho fatto un corso con Tommaso Bottalico e così si è riaccesa la passione per la pittura. avevo acquistato questo suo progetto e per un po' è rimasto in un cassetto in attesa dell'ispirazione e quest'estate, nella pace delle tranquille e afose giornate di vacanza....


....le foglie, i fiori e....



.... finito!!!! che gioia!! penso che sia stato uno dei miei lavori che mi son divertita di più a fare e che mi ha molto gratificata!! Sono certa che ci sarà un seguito a questa avventura!!!

mercoledì 2 ottobre 2013

perline e tabelline

siamo sempre alla solita difficoltà di mia figlia con la matematica... in realtà non è una difficoltà con la matematica stessa quanto con la noia con la quale viene presentata e così...
...così dopo averle fatto un tabellone di cartone e averla fornita di bottoni (questo fa parte del metodo montessoriano) seguendo l'idea a questo link pensavo di essermela cavata, ma.... eh... ma .... per lei non era sufficiente, poi lo trovava ingombrante e allora... urge inventare qualcosa di nuovo, magari più piccolo e che stia in una mano....

...trovata....

...le perline da stirare...

il concetto è lo stesso della tabella descritta al link, ma le perline sono fisse e il formato è tascabile.

con la mia abbiamo preparato tutte la prima colonne con colori diversi per visualizzare la progressione dei numeri, poi abbiamo assegnato un colore a ciascuna tabellina e abbiamo stirato da entrambe i lati.


Questa è la tabellina del tre.

...e questo il lavoro terminato...


...spero che ora sia più invogliata a studiare!!!

P.S.: dopo che ho terminato mi è venuta un'idea: assegnare al colore della tabellina quello del corrispondente colore sulla prima colonna (perline 3 gialla, tabellina del 3 gialla) ma ormai avevo finito...però se lo volete rifare tenetela presente!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Gadget

Questi contenuti non sono ancora disponibili su connessioni criptate.